News
21 Maggio 2024

Cresce la partecipazione al concorso Filmare la storia, con 194 opere iscritte, 105 cortometraggi realizzati in ambito scolastico e 85 tra cortometraggi e lungometraggi realizzati dai videomaker e una nuova sezione che raccoglie progetti per nuovi corti scritti dalle scuole. 26 i premi attribuiti. Si allarga la dimensione internazionale. Aumentano i partner e le realtà coinvolte.

Giunto alla 21ma edizione, il concorso organizzato dall'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza è dedicato a opere audiovisive, di fiction o documentarie, su tematiche della storia del Novecento e della contemporaneità e ha un duplice obiettivo: valorizzare l'uso degli strumenti audiovisivi come metodologia didattica per elaborare e trasmettere la memoria storica; e contribuire alla circuitazione dei film in ambito educativo.

L’edizione 2024 di Filmare la storia è stata caratterizzata da un grande numero di opere di qualità. Dei 60 film selezionati, 26 sono i premiati, 33 i film in programmazione.

Per l’edizione 2024 le opere pervenute sono state più numerose che mai: 105 cortometraggi realizzati in ambito scolastico e 85 tra cortometraggi e lungometraggi realizzati dai videomaker e 4 progetti scritti.

Chiara Cremaschi presiede la giuria del Premio Paolo Gobetti, Steve Della Casa in giuria per Anpi. Ospiti speciali Gianluca e Massimiliano De Serio. Alessia Olivetti e Caterina Taricano conducono la cerimonia di premiazione il 30 maggio alle 15 in Sala 1 del Massimo.

La giuria del Premio Paolo Gobetti è composta da rappresentanti di Film Commission Torino Piemonte, Associazione Archivio Superottimisti, festival Sottodiciotto, Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea Giorgio Agosti, Centro Studi Primo Levi, Unione culturale Franco Antonicelli, Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci, Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, Fondazione Vera Nocentini, Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà.
La giuria nominata da ITER Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile assegna il Premio Città di Torino.
La giuria ANPI, che quest’anno ha avuto la presenza fra i giurati di Steve Della Casa, critico cinematografico, da poco nominato Conservatorie della Cineteca Nazionale, assegna il Premio 25 aprile.
Sempre molto interessanti sono inoltre i premi assegnati dai quattro componenti della Giuria Giovani.
L’Archivio Storico Luce – Cinecittà Spa assegna infine il Premio Scrivere per Filmare la storia - Luce per la didattica, una nuova declinazione del premio nato qualche anno fa dalla collaborazione fra Ancr e Luce.

Il concorso è suddiviso in tre sezioni, una dedicata alle scuole, una ai videomaker, e una sezione per progetti di scrittura realizzati da scuole secondarie di secondo grado.

I concorrenti della sezione Videomaker si suddividono fra cortometraggi (51 film) e lungometraggi (20 film selezionati) e hanno provenienze varie e internazionali (prevale l’Italia ma ci sono anche concorrenti che rappresentano Irlanda, Regno Unito, Danimarca, Olanda, Portogallo, Turchia, Cipro, Canada, Usa, Armenia,
Giordania, India e Australia).
La sezione Scuole ha ricevuto 57 film da scuole secondarie di II grado; 33 film da secondarie di I grado; 14 dalle scuole Primarie e dell’Infanzia. Tra i concorrenti della sezione scuole sono rappresentate quasi tutte le regioni italiane con una netta prevalenze del Piemonte (26), con a seguire Lombardia (14), Emilia Romagna (13), Puglia (11), Lazio (7), e poi Liguria e Veneto (6), Marche e Campania (5), Toscana Abruzzo e Sicilia (3), Val d'Aosta e Calabria (2), Friuli e Molise (1). Per quanto riguarda le scuole, molte opere provengono da progetti Cips (Cinema e immagini per la scuola) il bando per la didattica dell’audiovisivo promosso dai Ministeri della Cultura e dell’Istruzione (Mic eMim).
Inoltre 4 sono i progetti che concorrono nella sezione "Scrivere per FLS - Luce per la didattica", una assoluta novità del concorso di quest'anno.

All’inizio della cerimonia presentata da Alessia Olivetti e Caterina Taricano porteranno il loro saluto Paolo Manera (Film Commission Torino Piemonte), Carlotta Salerno (Assessora all’Istruzione, Politiche Giovanili, Periferie della Città di Torino), Alberto Sinigaglia (presidente Polo del ‘900) e Emiliano Paoletti (direttore Polo del ‘900), Stefano Suraniti (direttore generale dell’Ufficio scolastico Regionale per il Piemonte), Paolo Pezzino (presidente Istituto Nazionale Ferruccio Parri) e Sara Zanisi (direttrice Istituto Nazionale Ferruccio Parri), Francesco Aceti (Anpi provinciale), Ornella Mura (Servizi educativi Museo nazionale del Cinema), Cecilia Pennacini (presidente Ancr). Ospiti speciali della premiazione 2024 saranno i registi Gianluca e Massimiliano De Serio.

Oltre le giornate di presentazione del concorso, con le premiazioni, gli incontri con gli autori e le scuole e le proiezioni, Filmare la storia continua lungo tutto l’anno con le iniziative educative per insegnanti e studenti. I webinar per insegnanti propongono approfondimenti per insegnare la storia con il cinema e per realizzare in autonomia cortometraggi in classe. I kit didattici offrono ai docenti la possibilità di strutturare lezioni laboratoriali con una serie di strumenti utili pensati intorno al testo filmico.
Quest’anno il film scelto per il nuovo kit è "Il cerchio degli uomini" di Paola Sangiovanni, un documentario che racconta le storie di alcuni uomini che tentano di mettere in crisi la cultura patriarcale attraverso una ricerca di consapevolezza e libertà.
Si rafforza infine il legame con Iter Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile per la realizzazione di laboratori nelle scuole torinesi volti a rafforzare le competenze e l’uso del linguaggio audiovisivo nelle giovani generazioni.

Il calendario degli appuntamenti con i tutti i vincitori a Torino prevede:

- il 29 maggio alle ore 17:00 al Polo del ‘900 Anteprima Filmare la storia con una selezione del concorso Scuole e Videomaker e la proiezione dell’ultimo documentario di Chiara Cremaschi "Lo volevano bene pure le pietre" presentato come fuori concorso e dedicato alla figura di Peppino Di Vittorio.

- il 30 maggio alle ore 15:00 presso il cinema Massimo (Sala 1) cerimonia di premiazione che sarà trasmessa anche in Streaming sul canale YouTube ANCResistenza.
La sera del 30 maggio al cinema Centrale alle ore 21:00 saranno proiettati, alla presenza dei registi, i film vincitori della sezione Videomaker.

- il 31 maggio al Polo del ‘900 (Spazio incontri) proseguiranno le proiezioni dei film vincitori della sezione scuole e videomaker dalle 10:00 alle 18:00.
Nel pomeriggio incontro con i registi vincitori del Premio 25 aprile, ospiti speciali, e Filmare la storia Factory: uno spazio per la presentazione di nuovi progetti e il confronto fra professionisti del settore. Quest’anno sarà presentato il progetto "La nostra isola è il mondo intero" di Todomodo.

- il 5 giugno al Polo del ‘900 (Auditorium) proiezione speciale del film "La voce di Ventotene" di Stefano Di Polito (selezione Filmare la storia Videomaker lungometraggi) in collaborazione con Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci.

Filmare la storiaè inserito nel programma delle attività del Polo del ‘900 ed è realizzato con il contributo del MiC Direzione Generale Cinema e con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, ANPI Piemonte e Città di Torino - ITER Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile. Si avvale della collaborazione dell’Archivio Storico Luce – Cinecittà Spa. Sono partner del concorso USR Piemonte, Istituto Nazionale Ferruccio Parri, Aiace – Festival Sottodiciotto e l’Associazione Archivio Superottimisti aps
Il concorso ha il patrocinio di Città Metropolitana e della Città di Torino.