Un’intera esistenza consumata tra le mura della detenzione, dal 1970 ad oggi: il mondo del protagonista Alberto Maron è tutto ed unicamente carcerario. L’imminente libertà lo strapperà al suo universo noto ed abituale, costringendolo a misurarsi di nuovo con se stesso, i propri limiti e quelli della realtà esterna, dove non ha nulla e nessuno che lo attenda. Le prime, compresse, esperienze di vita fuori dalla custodia seguono le date delle esibizioni esterne di spettacoli teatrali, creati all’interno del carcere, in un laboratorio a cui partecipa da molti anni. Gradualmente sarà impegnato a conquistarsi sempre maggiore autonomia, lavorando nella Biblioteca e nel Museo della Memoria Carceraria di Saluzzo, dove troverà il proprio posto come guida ai visitatori. Parallelamente, accompagnato dal regista, compirà un viaggio ideale in cui evocherà ed affronterà i propri miti personali, mostri ed illusioni che rappresentano gli archetipi di identità e libertà, con cui ognuno deve confrontarsi nel corso della propria vita.

Il racconto può essere lo strumento giusto per affrancare e rendere inafferrabile un ribelle? Questo documentario di creazione vuole indagare se e come, nella vita reale del suo protagonista, la narrazione filmica può offrire una via libera allo sguardo di un fuorilegge ribelle, finora costretto ad un'esistenza confinata tra delinquenza e detenzione. L’incontro con la telecamera (e con il regista) vuole essere per lui e, contemporaneamente, per lo spettatore, l’occasione di una duplice relazione: con la realtà esterna di un mondo da ri-conoscere da un lato e dall’altro con la sua privata realtà personale, da ascoltare prima ancora che da giudicare.

 

Questo film non cercherà di ricostruire la vicenda passata del protagonista, ma si offrirà a lui come uno strumento di indagine sulla propria identità e su quella del nostro presente. Con l’obiettivo di rivelare, oltre il solido profilo di un nemico pubblico, l’essere umano.

Regia
Manuel Coser
Soggetto
Sceneggiatura
Fotografia
Aldo Anselmino
Operatore
Interpreti
Alberto Maron
Direttore di produzione
Produzione esecutiva
Roberto Cavallini per Altrove Films
Co-produttore
Associazione Antiloco - Il Piccolo Cinema, Altrove Films
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte - Piemonte Doc Film Fund - sviluppo dicembre 2017
Contatti
Associazione Culturale Antiloco (Diana Giromini)