Cuba, 54° anno di embargo.Dall'ufficio dove lavora, Lourdes osserva la folla sulla piazza de L'Avana a due passi dalla Sezione di Interessi degli USA, l'edificio che da decenni fa da ambasciata nordamericana. Centinaia di cubani vi si accalcano per ottenere un visto per gli Stati Uniti, quotidianamente.

Lourdes è una donna 58enne carismatica che offre un servizio di orientamento a chi vuole viaggiare. I clienti le raccontano la loro vita e da lei apprendono alcune tecniche per avere successo all'intervista. Chi visita Lourdes non trova solo consiglio, ma anche conforto ed un sorriso. Trova speranza.

La sua vita è però segnata da dolorose separazioni: tutta la sua famiglia - la nonna, la madre, il figlio, i fratelli ed i nipoti – ha lasciato Cuba nel corso dei decenni e Lourdes non è mai riuscita ad andare negli USA per riabbracciarli.
Distribuisco acqua a tutti ma non sono mai riuscita a bermi neanche un bicchiere”, dice di sé.

A Miami, il figlio Lester le ha appena dato un nipotino, mentre la salute della madre sta precipitando. Lourdes sogna di riabbracciarla, prima che sia troppo tardi. La sua intervista per il visto è già fissata.
Racconterà di Enit, la compagna gay che la aspetta a casa?
Riuscirà finalmente a viaggiare mettendo fine ad una vita di separazioni forzate?

Pequeñas mentiras piadosas è il racconto intimo della vita di Lourdes, una donna comune e straordinaria. Ma è allo stesso tempo una storia universale: quella fatta di isolamento e di separazione che è comune a molti Cubani ed a chiunque nel mondo si trovi costretto dagli eventi a separarsi dai propri cari.
Il film è un omaggio alla dignità del popolo cubano, sempre pronto ad affrontare la tempesta con il sorriso. Ho raccontato la loro eroica quotidianità senza folklore né filtri, con la stessa materia viva e vitale della loro disperata esistenza.
E' un documentario registrato nell'ultimo periodo di congelamento dei rapporto tra Cuba e Stati Uniti, nel 54° anno di embargo, ed è anche per questo un documento unico che racconta le conseguenze umane delle scelte politiche.
Pequeñas mentiras piadosas continua la mia personale esplorazione umana e partecipe dell'universo femminile e della straordinaria resilienza delle donne.

Soggetto
Niccolò Bruna, Enrico Bona, Andrea Prandstraller
Sceneggiatura
Niccolò Bruna, Enrico Bona, Andrea Prandstraller
Fotografia
Erik Delgado Ordoqui, Niccolò Bruna
Montaggio
Enrico Giovannone, Adri? Lahuerta
Scenografia
Roberto Allegro (Colorist)
Musica originale
Minus & Plus
Suono
Pedro Pulido Brizuela (Presa diretta); Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore (Montaggio suono e mix)
Altri credits
Maite Vitoria Daneris e Daniel Monti (traduzioni)
Interpreti
Lourdes Gonzales Rosabal, Enit Abreu Gomez
Direttore di produzione
Cirita Longo
Organizzatore generale
Grettel Reinoso
Produzione esecutiva
Adrià Lahuerta (15-L.Films, Spagna); Carlota Coloma
Produttore
Niccolò Bruna; Paola Ciocca (Progetto Cataclisma); Giorgio Mari (La bottega dell'immagine). Enrico Bona, Andrea Prandstraller (Produttori associati), Enrico Giovannone ([[BabyDoc] Films]]).
Produzione
Associazione Culturale Progetto Cataclisma (Torino) / Niccolò Bruna, Enrico Bona, Andrea Prandstraller (Produttori associati) / 15-L. Films (Carlota Coloma e Adrià Lahuerta)
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - produzione giugno 2014)
Distribuzione
Pragda (USA)
Assistente al montaggio
Danilo Pettinati
Premi e festival

In concordo nella sezione "Documentari" ai David di Donatello 2015-2016

Contatti
Niccolò Bruna