Il documentario è liberamente ispirato al libro «Meno 100 chili – ricette per la dieta della nostra pattumiera» Edizioni Ambiente di Milano, uscito a settembre 2011, premio Kafka Italia, 4 edizioni in 4 mesi. Il libro è a sua volta ispirato ad un monologo dal titolo omonimo titolo che ha riscosso molti consensi.
Il soggetto viene steso dall’autore del libro, Roberto Cavallo, nei mesi di dicembre e gennaio e a febbraio viene sottoposto all’attenzione di Emanuele Caruso e Marco Domenicale.
Il documentario si sviluppa da due prospettive: la parte documentaristica incentrata sul viaggio del Rifiutologo (Roberto Cavallo) e dello scettico Senatore (Andrea Fluttero) e la parte di fiction introduttiva e di intramezzo  incentrata sul dialogo tra padre e figlia in merito alla questione dei rifiuti e alla possibilità effettiva di ridurli con piccoli gesti quotidiani.

 Il progetto ha un elevato valore sociale, dal momento che contribuisce in modo determinante a tenere all’ordine del giorno il dibattito su un’emergenza particolarmente grave in alcune zone dell’Italia come è quella riguardante lo smaltimento dei rifiuti. Questo obiettivo si inserisce anche  all’interno delle linee guida tracciate a livello europeo dalla direttiva 98/2008, la quale chiarisce come l’obiettivo primario in tema di rifiuti sia la loro riduzione in termini quantitativi, target che il lungometraggio, con tutti i consigli per ridurre i chili dei rifiuti prodotti, contribuisce a raggiungere. Dal punto di vista culturale, sicuramente il progetto si caratterizza per una forte impronta educativa, sia per quanto riguarda aspetti più strettamente legati ai rifiuti, sia per temi riguardanti la protezione ambientale in senso più ampio, come l’impatto sulle emissioni di CO2 nell’atmosfera da parte del ciclo produttivo e dei rifiuti in ultima istanza. Riguardo l’ultimo aspetto, la creazione di una cultura ambientale maggiormente consapevole all’interno dell’opinione pubblica è sicuramente un aspetto caratterizzante l’intero progetto.

Soggetto
Roberto Cavallo, Marco Domenicale
Sceneggiatura
Roberto Cavallo, Marco Domenicale
Fotografia
Corrado Morando
Montaggio
Emanuele Caruso con Moca Film e Silvia Fessia
Musica originale
Filippo Cosentino, Gian Maria Testa
Interpreti
Roberto Cavallo, Andrea Fluttero, Giuseppe Cederna, Luca Mercalli, Cristina Gabetti, Mario Tozzi, Oliviero Corbetta
Direttore di produzione
Roberto Cavallo
Organizzatore generale
Roberto Cavallo
Produzione esecutiva
Roberto Cavallo
Co-produttore
ERICA
Produzione
AICA - Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale (Alba, CN)
(Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - produzione giugno 2012).
Contatti
Emanuele Biestro M +39 334 1515420