C’era una volta una bambina… che guardando fuori dalla finestra della sua casa non riusciva né ad ascoltare né a vedere il bosco e le montagne che in ogni modo cercavano di attirare la sua attenzione. Il suo sguardo volava lontano, verso mondi lontani e sconosciuti. Poi partì anche lei, lasciandosi alle spalle il bosco e le montagne che non aveva saputo ascoltare.

Quella bambina sono io.

Un giorno mi ritrovo tra le mani un libro di fotografie scattate oltre sessant’anni fa da un fotografo americano. Lui, che veniva da tanto lontano, era riuscito a vedere e ad ascoltare le mie montagne. Un mondo inaspettato mi apre le sue porte, con mille storie ancora senza una voce. Una sola cosa posso fare: affrontare il viaggio più lungo che abbia mai fatto. In America, a centinaia di migliaia di chilometri di lontananza, nello studio di Clemens Kalischer, ora novantenne, ritrovo la mia casa.

Ora sono pronta a tornare. Ripercorrendo la stessa strada che oltre sessant’anni fa ha portato il vecchio fotografo nella mia Valle, inizio il viaggio. Catterina, un’anziana donna che ogni giorno scrive i diari che le ha regalato il nipote, mi fa dono dei suoi ricordi.

Il mondo di Catterina li ritrovo in una borgata, Narbona, congelata dal tempo. Ma una piccola borgata lì vicino, Campofei,  Elio, Giovanni, Marco e Corrado stanno ribaltando la loro vita per realizzare il sogno di riportare vita e lavoro in questo paese abbandonato da oltre sessant’anni.

Poco lontano Anna e la sua famiglia lottano ogni giorno per mantenere viva la lingua e la cultura provenzale, che si parla solo in questo minuscolo angolo d’Italia.

Alla fine incontro Marinella, una delle protagoniste delle foto di Clemens. Era bambina allora. Clemens la immortalò seduta sul tetto della sua casa. Sono cambiate tante cose da allora…

Dalla finestra della mia casa guardo il bosco, insieme alle mie bambine. Tra le mie mani un libro di fotografie. Ho una storia da raccontar loro. Così quando il loro sguardo volerà oltre la finestra, riusciranno, forse, a vedere il bosco.

La prima volta che ho visto le foto di Clemens è stata una folgorazione: le espressioni dei volti, gli sguardi, i gesti sono realtà congelata in un istante che riporta con tutta la sua forza devastante la sofferenza, la fatica, l’inizio dell’abbandono. Le Valli immortalate da Clemens nella loro quotidianità ormai scomparsa sono quelle in cui sono cresciuta, dove tuttora vivo. Clemens ha saputo coglierne l’essenza.
Ho avuto la fortuna di conoscere questo straordinario fotografo e uomo, che ha attraversato quasi un secolo della nostra storia e che è ancora capace di stupirsi e meravigliarsi per cose che, a volte, neanche notiamo.

È stato grazie a lui e alle sue foto che ho scoperto le storie della mia Valle. Ma, soprattutto, ho iniziato un viaggio dentro me stessa, alla ricerca delle mie radici, delle storie della mia terra che, fino ad ora, non avevo voluto ascoltare, concentrata sulle storie lontane non ero mai riuscita a vedere quanta meraviglia c’era intorno alla mia casa.


Erica Liffredo

Sceneggiatura
Musica originale
Gabriel Arneodo e Dansaires de Comboscuro
Suono
Riccardo Parravicini
Operatore
Matteo Secchi (seconda camera), Jenny Alexander (camera USA)
Altri credits
Stefano Sburlati (Supervisore alla Produzione). Nadia Brusa (disegni animazioni). Daphne Leila Giacobbe (web e consulenza informatica); Francesco Margeri (consulente web e piattaforma crowfunding); Roberta Garziano (consulenza e ricerca contatti per distribuzione e co-finanziatori in Canada e Usa). Anna Truglio (traduzione e consulenza lingua inglese).
Interpreti
Clemens Kalisher (fotografo americano); Catterina Damiano (testimone e memoria storica); Elio Altare, Giovanni Gallina, Marco Giamello e Corrado Nyffenegger (ideatori del ripopolamento); Anna Arneodo e la sua famiglia (i figli Agnes e Laurens Garrone e il nipote Gabriel Arneodo); Giovanni Pessione (fotografo dell'oggi)
Direttore di produzione
Antonina Margeri
Organizzatore generale
Giorgio Piumatti
Produzione esecutiva
Giorgio Piumatti, Antonina Margeri
Produttore
Antonina Margeri
Produzione
Associazione Culturale FalenaKeller (Roma)
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo dicembre 2010 e produzione luglio 2015)
Assistente alla regia
Francesca Gallina (Stagista)
Voce narrante
Premi e festival

Trento Film Festival 2015 - proiezione speciale

Contatti
Associazione Culturale FalenaKeller (Antonina Margeri)