Il ritorno di Ettore Ferri e la famiglia Castelli (dal 2008 al 2011)

L'improvvisa morte di Alberto Castelli, che stava per chiedere la separazione dalla moglie Rossana Grimani ed aveva già redatto un testamento in favore dei suoi tre figli (Niccolò, Cecilia, Serena), è l'occasione per la donna di fare finta che non sia successo nulla. Con la complicità di Corrado, riesce a nascondere il nuovo testamento rimanendo così prima erede del patrimonio nonché delle quote del Gruppo Ferri, del quale riesce, ottenendo l'appoggio dei soci, a essere presidente. È proprio adesso che si cementa il suo rapporto con Corrado, alleato e ora amministratore delegato del Gruppo Ferri: in realtà, quello che Corrado prova per la Grimani è ben più che un'amicizia, ma è suo malgrado puntualmente respinto dalla donna, ancora turbata dalla morte del marito, per il quale provava un affetto quasi morboso. I due coinvolgono Riccardo ai piani alti della dirigenza, dando a Niccolò un ruolo che il ragazzo considera troppo di secondo piano.

Solo Cecilia è a conoscenza del fatto che Alberto aveva un'altra figlia ed è esortata dalla madre a non rivelare il segreto, per ora, a Niccolò. In realtà però Cecilia non sa che questa ragazza è proprio Serena Bassani, la sua rivale in amore. A queste preoccupazioni, si aggiunge per Rossana il grande problema dato dal fatto che proprio Serena e Niccolò stanno iniziando a frequentarsi e a conoscersi, non consapevoli di essere fratello e sorella.

Intanto si scopre che Ettore non è morto, ma è rimasto in coma per molti anni e l'unica persona a conoscenza di questo fatto è Edoardo Della Rocca, che per questi anni ha pagato dei medici personalmente per tenerlo in vita. Ettore ha inscenato la sua morte perché non voleva che Anita subisse il peso della sua malattia allora chiede al vecchio amico Edoardo di essere l'unico depositario del segreto. Ettore dopo un trapianto di cellule staminali di Pietro riesce a salvarsi e dopo più di quattro anni si risveglia dal coma.

Con Ettore Ferri, da tutti creduto morto ma in realtà vivo e vegeto, Rossana non ha più un bel rapporto: anni prima, sempre in complicità con Corrado, lo aveva tradito denunciandolo alla polizia e adesso crede che voglia vendicarsi. Non pare questa, almeno all'inizio, l'intenzione dell'uomo che chiede ai due, invano, solamente la gestione della Fondazione Ferri, creata dalla scomparsa Anita in onore del padre che credeva morto. Nel frattempo, Ivan Bettini e Carol, innamoratisi, si sono alleati contro Rossana e Corrado e attendono l'appoggio anche di Ettore, che però tarda ad arrivare. Rossana inizia a provare dei sentimenti in contrasto tra loro: infatti è gelosa nei confronti dell'uomo per il quale prova ancora dei sentimenti.

Intanto, mentre confessa ad Ettore di essere ancora innamorata da lui, continua a flirtare con Corrado fino a quando, proprio per colpa di Braschi, Niccolò non li trova a letto assieme.

Carol capisce che Ettore le nasconde un segreto riguardo al tatuaggio che porta sulla schiena. Prima si reca all'orfanotrofio in cui Ettore è cresciuto e scopre che lui e Corrado erano grandi amici, come fratelli. Poi decide di fare visita ad un vecchio amico, Edoardo Della Rocca. Edoardo racconta a Carol che tanti anni prima Ettore e Corrado, usciti dall'università, iniziano a giocare in borsa e fanno una serie di fortunate speculazioni. Conoscono Rossana, che fa parte di una potente famiglia di Milano e che fornisce loro informazioni riservate sui titoli, ma presto la Guardia di Finanza scopre le loro manovre e li mette sotto inchiesta. In tribunale Rossana e Corrado danno tutta la colpa a Ettore e di conseguenza il futuro fondatore del gruppo Ferri deve subire 2 anni di galera. Carol rimane scioccata nel sentire il racconto di Edoardo e quando torna a Torino vuole costringere Ettore a dirle la verità.

Ettore, preso dai sensi di colpa, rivela ben presto tutta la verità alla donna, che rimane sconvolta e amareggiata: Carol si confida con Ivan. Dopo un diverbio tra l'uomo ed Ettore, l'auto di quest'ultimo investe Carol e lascia Ivan senza conseguenze gravissime, ma il Bettini vuole denunciare l'ex amico, convinto in un primo momento della sua colpevolezza.

Carol però non ne è convinta e riceve conferma da Jill quando viene a sapere che Rossana ha chiesto la cassetta del pronto soccorso per medicare Ettore dopo lo scontro con Ivan. Carol ora ha le prove per incastrare i due diabolici presidenti, ma Corrado, il vero responsabile, inizia a ricattarla: le dirà il nome di sua figlia, che non è mai morta, se lei accuserà Ettore di averla investita e gli venderà le quote della holding. La donna si trova con le spalle al muro e decide di accettare le terribili condizioni di Corrado, denunciando Ettore alla polizia. Ben presto però Ivan capisce quello che sta succedendo e con l'aiuto di Ettore cerca di aiutare Carol: i due riusciranno a scoprire le trame di Corrado.

Nel frattempo per evitare che Corrado l'abbandoni, Rossana gli propone in extremis di sposarlo. Intanto, a casa di lui, si incontrano Corrado, Carol e Rossana. Corrado rivela a Carol di essere in possesso del vero testamento di Alberto, ma proprio mentre sta per darlo a Carol, Rossana lo colpisce e l'uomo perde i sensi. Le due donne litigano per chi dovrà prendere il foglio, ma Rossana riesce a bruciarlo nel camino. Nel frattempo divampa un incendio, Rossana abbandona la casa e lascia i due dentro: dopo averla convinta che entrambi sono morti, Ettore costringe Rossana a rivelarle il nome della figlia di Carol, Serena. Ma i due sono vivi e Carol ora è pronta a farla pagare a Rossana nel peggiore dei modi.

Finalmente Carol, con l'aiuto di Ettore, riesce a sapere il nome di sua figlia da Rossana: è Serena Bassani. Va subito a cercarla e dopo averla portata sulla tomba di Alberto e averle rivelato che lui era suo padre e che Rossana e Corrado avevano fatto credere a tutti che quella bambina fosse nata morta, le rivela di essere sua madre. Le due commosse e finalmente riunite si lasciano andare e si abbracciano. Intanto, Carol assieme a Ettore decide di non vendicarsi direttamente di Rossana, lasciando a Serena la scelta di denunciarla o no. Lei in un primo momento è risoluta e decisa a fargliela pagare; poi Carol le racconta dei suoi anni di odio con Marina e la ragazza decide di non dire nulla, per poter costruire un giorno un rapporto coi suoi fratelli. Carol, come conseguenza, ottiene da Niccolò che Rossana ceda tutto il suo patrimonio, compresa parte di villa Castelli, alla Bassani. Carol si confida con la figlia Serena dicendogli di stare nuovamente con Ettore.

Laura dopo aver venduto la sua attività di stilista lavora nella holding ma per diverse incomprensioni viene licenziata da Carol, così per vendicarsi fa fuggire il Braschi ma in cambio vuole le quote del gruppo Ferri e così la Beccaria rientra a lavorare nella holding.

Cecilia e Serena vengono sequestrate da Zeno il fratello di Damiano, il fidanzato della Bassani, la Castelli prova un'attrazione verso il suo sequestratore e una volta fuggite la ragazza comincia ad esibirsi come spogliarellista e proprio lì ritrova Zeno, i due saranno travolti da una tormentatissima storia d'amore ma infine i due si dicono addio visto che Zeno viene arrestato, Gemma la proprietaria del Blue Valentine dove si esibiva la ragazza scopre che Cecilia è una donna ricca e potente e la ricatta facendola esibire.

Niccolò in procinto di sposarsi con Pilàr la lascia per stare con Paola la figlia della governante e nonostante i dissensi della madre vive la sua storia d'amore con la ragazza fino a quando per colpa del cugino ha un incidente e il suo aspetto cambierà.

Rossana dopo essere stata l'amante di Federico Bettini, il figlio di Laura riabbraccia Sebastian il fratello di Alberto e i due che si sono sempre amati vivono la loro storia, ma Damiano arresta Sebastian per traffico d'armi.

Carol ed Ettore si sono lasciati, Carol parte per un progetto umanitario insieme ad Adriano, lì i due vengono rapiti, e si baciano, capendo così di essere attratti, la Grimani viene salvata da Ettore e poi anche il Riva fa ritorno a Torino.

Ettore e Carol si sposano, ma Adriano dice alla donna di essere innamorato di lei, il Ferri lo capisce e fa di tutto per allontanare i due.

Sebastian viene scarcerato ma Rossana non vuole più stare con lui, intanto la donna scopre che il Castelli si è preso tutte le colpe di Alberto e quindi il vero "cattivo" era Alberto e non Sebastian.

Regia
vari registi, tra cui Guendalina Di Marco
Fotografia
Andrea Mazzon (fotografo di scena)
Montaggio
Davide Neglia (montatore video).
Scenografia
Maria Di Marco (esterne); Monica Garone (Pittrice di scena); Marina Guerini (Pittrice di preparazione e di scena)
Suono
Angelo Galeano. Silvestro Ferrero (sostituzione microfonista); Elisabet Armand (Fonico e Microfonista sostituzioni); Daniele Turi (Boom operator, Audio assistant).
Operatore
Altri credits
Arianna Necchio (Coordinatrice di produzione), Leyla Rizzo (planner); Cristina Sangiorgio (Segretaria di produzione); Samuela Li Calzi (Location manager). Andrea Palladino (Assistente di studio); Giorgio Alloatti (Aiuto scenografia); Alberto Paradiso e Federico Pozzan (Attrezzisti); Antonio Trullo (Attrezzista delle Esterne); Vitaliano Crispo e Fabio Cattrò (attrezzista di scena). Luca Mello e Paolo Saccinto (Elettricisti). Lia Mineo (Responsabile parrucchiera); Anna Maria Olivieri (Parrucchiera). Riccardo Olivero (Rumorista).
Ispettore di produzione
Produzione
Aran Endemol S.p.A., Mediavivere
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte
Arredamento
Simona Zoia e Sara Migliorini (Assistente arredamento)
Collaborazione alla sceneggiatura
Assistente alla regia
Premi e festival

Le puntate vengono trasmesse da Lunedì a Venerdì alle 14.10 su Canale 5