Main profession
Compositore
Secondary profession
Musicista
Altre iscrizioni
S.I.A.E.
Born in
1978
Study
Diploma di telecomunicazioni
Resident in Piedmont
Yes
Professional training
-
Collaborations

Stefano Pilia, Ramon Moro, Paul Beauchamp, Jochen Arbeit - Einstürzende Neubauten, Riccardo Sinigallia, Ben Chasny (Six Organs Of Admittance), Jim White (Dirty Three), Julia Kent, Damo Suzuki (Can), Emidio Clementi (Massimo Volume), Tax (Negazione), Alessandro Asso Stefana, Xabier Iriondo, Jacopo Benassi, Masbedo, Donato Sansone, Michela Lucenti / Balletto Civile, Valter Malosti, Gup Alcaro, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Merz, Galleria Francesca Minini, Camera - Torino, Museo Nazionale del Cinema.

Other experiences
-
Lingue di lavoro
Italiano, inglese
Recent works

Chitarrista e compositore, il torinese Paolo Spaccamonti si è costruito nell'arco di soli dieci anni un profilo di prima fascia nel circuito dell'avanguardia italiana grazie a una discografia ormai ricchissima, fatta tanto di dischi in proprio (Volume quattro, Rumors) quanto di lavori in coppia con eccellenze musicali italiane (Stefano Pilia, Mombu, l'italiano d'adozione Paul Beauchamp) e straniere, come quel Jochen Arbeit degli Einstürzende Neubauten con cui ha firmato CLN nel 2018. Album a cui si aggiungono lavori legati a reading, televisione (la produzione RAI “I mille giorni di mafia capitale” insieme a Riccardo Sinigallia), cinema (“I Cormorani”, “Lo spietato”), film muti (Greed, Vampyr) e gallerie d'arte (Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Merz, Galleria Francesca Minini). Oltre ad un numero ormai sterminato di collaborazioni live di prestigio con musicisti come Ben Chasny (Six Organs Of Admittance), Jim White (Dirty Three), Julia Kent, Damo Suzuki (Can), Emidio Clementi (Massimo Volume), Tax (Negazione), Alessandro Asso Stefana, Xabier Iriondo ed artisti / performer come il fotografo Jacopo Benassi, Masbedo, Donato Sansone, Michela Lucenti / Balletto Civile, Valter Malosti, Gup Alcaro.

Guitarist and composer, the Turin-based Paolo Spaccamonti has in only ten years become one of the leading figures of the italian avantgarde scene
thanks to an extremely rich discography made up of solo records (Rumors, Volume quattro) and collaborative albums with some of the best artists this
country has to offer (Stefano Pilia, Mombu, Ramon Moro, Daniele Brusaschetto, Paul Beauchamp) as well as musicians from abroad like Einstürzende Neubauten’s Jochen Arbeit with whom he released CLN in 2018. All this while also taking part in reading works, television (RAI’s “I mille giorni di mafia capitale” alongside Riccardo Sinigallia) and movie soundtracks (“I Cormorani”, “Lo spietato”), silent movie scores (Once upon a time, Vampyr) and an amazing number of live collaborations with musicians like Ben Chasny (Six Organs Of Admittance), Jim White (Dirty Three), Julia Kent, Damo Suzuki (Can), Emidio Clementi (Massimo Volume) and other artists like he photographer Jacopo Benassi, the video artists Masbedo and Donato Sansone, Valter Malosti and the sound designer Gup Alcaro.

Musiche originali:
Lo Spietato. Regia: Renato De Maria / Produzione: Netflix / 2019 / film
Ghiaccio. Regia: Tomaso Clavarino / Produzione: Actingout / 2019 / documentario
I mille giorni di Mafia Capitale. Regia: Claudio Canepari, Giuseppe Ghinami / produzione: Rai Cinema / 2017 / docufiction
Neve rosso sangue. Regia: Daniel Daquino / Produzione A.N.P.I. Sez. di Verzuolo e Valle Varaita. Euro Film s.r.l. (Torino) in collaborazione con BabyDoc Film S.n.c. / 2015 / cortometraggio
Una storia di trasporto. Regia: G. Girelli / Produzione: Documè - Babydoc Film per GTT / 2013 / documentario
Vite da recupero
. Regia: Enrico Verra / Produzione: Babydoc Film / 2011 / documentario

Sonorizzazione dal vivo prodotte dal Museo Nazionale del Cinema di Torino (2010-2020):
Rotaie, Mario Camerini, 1930
Drifters, John Grierson, 1929
Once upon a time, Carl Theodor Dreyer, 1922
Vampyr, Carl Theodor Dreyer, 1932
Greed, Erich von Stroheim, 1924