Un documentario girato nella Cavallerizza Reale, nel centro della città di Torino. La comunità creativa di Cavallerizza Irreale (CCCI), formata da oltre 100 artisti, opera in uno spazio autogestito, un complesso di palazzi storici patrimonio UNESCO dal 1997, occupato dal 2014 per impedirne la vendita.

Il Collettivo Creativo ha trasformato lo spazio abbandonato in un esperimento sociale: un centro d'arte, che propone la cura del bene comune, come tema principale della comunità artistica vivente.

Durante l'occupazione in Cavallerizza, si genera una situazione che fa tabula rasa delle condizioni sociali precedenti dell'improbabile gruppo di artisti che animano gli spazi; lasciando loro la libertà di un'organizzazione nuova, accompagnata dai rischi e dalla fragilità che essa comporta. Filmando la quotidianità della vita di Cavallerizza in tre anni, il film racconta, con uno sguardo visionario, un coinvolgente processo ri-evolutivo, che rompe i confini tra arte, politica e vita.

Regia
Irene Dorigotti, Simone Rosset
Soggetto
Irene Dorigotti, Simone Rosset
Sceneggiatura
Irene Dorigotti, Simone Rosset
Produzione
CO.H. Associazione di promozione Sociale