Cucine Vicine vede una coppia di protagonisti: uno di origine italiana, nato e cresciuto nel nostro  Paese. L'altro nato o naturalizzato in Italia, ma da famiglia di origini differenti.

A ciascuno si chiede di presentare una ricetta legata ad un ricordo d’infanzia o di famiglia che verrà narrato in voice over durante la preparazione del piatto. Le identità dei due protagonisti e la ricetta finale rimangono inizialmente ignote.

Ogni puntata si apre con una presentazione degli ingredienti che le due ricette hanno in comune. Il processo di preparazione della ricetta è reso grazie alla tecnica dello stop motion ed è accompagnato dal voice over della storia personale legata al piatto. Questo mira a creare un imprinting emotivo tra gli spettatori e i protagoinisti al di là al di là del loro aspetto, visto che la loro identità non viene inizialmente svelata. È solo una volta composto il piatto e concluse le storie che, attraverso due video ritratti, i protagonisti vengono svelati e, finalmente, si raccontano e si incontrano.

La serie Cucine Vicine si propone di raccontare una realtà quotidiana in cui l’integrazione nasce dalla naturale commistione tra le culture e dall’incontro. Quella che Cucine Vicine vuole scandagliare e ritrarre è la
società Italiana del nuovo millennio, della comunicazione social, che attraverso il web allontana la ricerca di informazioni dal mezzo televisivo, ancorato a formule comunicative ormai desuete, e che si ritrova invece nella narrazione intimistica del social media e dello streaming che abbandona e destruttura i tabù del novecento.


Cucine Vicine mira a raccogliere e riportare al pubblico la
reazione umana di due persone che condividono un “percorso” emotivo senza essere coscienti del colore della pelle dell’altro e che si affidano perciò al solo sentire emotivo. Quando due si incontrano e si scoprono diversi secondo i canoni di stampa e tv, la reazione sarà quella della diffidenza e dello scontro, o quella della solidarietà e dell'accoglienza?

Regia
Giulietta Vacis
Soggetto
Giulietta Vacis
Sceneggiatura
Giulietta Vacis
Scenografia
Altri credits
Linda Kelvink (Animazioni); Eleonora Diana (Art Director); Daniela Finocchi, Paola Marchi (Consulenti autoriali)
Direttore di produzione
Alice Drago
Produzione esecutiva
Alice Drago
Produttore
Alice Drago
Produzione
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Regione Piemonte - Assessorato Regionale alle Politiche giovanili – “Under 35 Digital Video Contest – Giovani protagonisti"