IN SVILUPPO / IN DEVELOPMENT
Release: 2019


Il lago di Arignano, incuneato tra la collina torinese e il monferrato, ha rappresentato fino al 1980 un'oasi naturale unica per ricchezza faunistica nel Nord Italia. Nel 1980, per ragioni controverse, il lago viene prosciugato e muore per 27 anni, fino al 2007, quando finalmente “rinasce”. La storia del lago, luogo di grande importanza naturalistica e insieme oggetto di una mitologia locale, è la storia di quasi centottant'anni del rapporto tra l'uomo e la natura. Una storia che vede in certi momenti uomo e natura fondersi in modo quasi simbiotico e magico, in altri separarsi in modo forse irreparabile. E' la storia di un lago che un tempo è scomparso, ma anche di un mondo, quello rurale, contadino, che anch'esso pare scomparso ma a ben guardare sopravvive, e come il lago rinato, potrebbe avere un suo posto nel futuro. E' una storia di aironi rarissimi che trovano rifugio nel canneto, così come di uomini che sembrano tagliati nello stesso legno dei salici che crescono nella palude.

L'intento è quello di costruire un racconto di grande respiro, supportato da un forte lavoro sull'aspetto fotografico e su quello narrativo, all'interno e intorno all'universo naturale rappresentato dal lago di Arignano. E' un racconto che si rivolge ad un pubblico contemporaneo interessato ai temi del rapporto che oggi, o nel prossimo futuro, l'uomo potrà avere con la natura. Alla relazione tra la città e la campagna e a cosa significhi la tutela o, viceversa, l'indifferenza nei confronti del mondo rurale. Al tempo stesso, vuole essere anche un ampio e suggestivo affresco sulla costruzione dell'immaginario, in questo caso sulla mitologia legata a un luogo e sul rapporto mitico tra uomo e natura. Realizzare questo progetto è un modo infine per partecipare alla vita di un ecosistema prezioso che spero possa mantenersi ed arricchirsi, diffondendo magari con il film l'interesse e la cura nei suoi riguardi.

Regia
Andrea Parena
Soggetto
Andrea Parena, Francesca Frigo
Sceneggiatura
Andrea Parena, Francesca Frigo
Fotografia
Francesca Frigo, Simone Rivoire
Montaggio
Enrico Giovannone
Musica originale
The Blues Against Youth
Interpreti
Roberto Testa, Rina Gunetti, Francesco Garetto, Severino Parena, Gianfranco Pellissero, Ernesto La Spina, Peter Diulgheroff, Beppe Gunetti.
Organizzatore generale
Fulvio Nebbia
Produttore
Enrico Giovannone
Produzione
BabyDoc Film snc (Torino)
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e Regione Piemonte - Piemonte Doc Film Fund - sviluppo dicembre 2015)
Contatti
BabyDoc Film (Frigo Francesca)