Torino, Italia.
Il Plaț è una delle baraccopoli più grandi d’Europa. Un progetto di smantellamento si abbatte sulla comunità di più di mille persone che lo abita: alcune famiglie rientrano nel censimento della prefettura e potranno essere trasferite in case nuove, mentre il destino di tante altre è di tornare nel Paese natale o cercare un’altra sistemazione di fortuna. In una labirintica immersione, I ricordi del fiume ritrae gli ultimi mesi di esistenza del Plaț.

Quando abbiamo saputo dell’avvio del processo di smantellamento del PlaÈ›  –  la baraccopoli di lungo Stura Lazio a due passi da casa nostra, nella periferia nord di Torino, dove in parte avevamo ambientato il nostro lungometraggio Sette opere di misericordia – , abbiamo deciso di addentrarci in profondità nel quotidiano dell’ultimo anno e mezzo di vita di questo labirinto di baracche.

Nel percorso di conoscenza e di riprese, abbiamo compreso che non si trattava tanto di documentarne la cronaca, quanto piuttosto di raccoglierne i ricordi e salvarne le impressioni come in un impossibile atto di resistenza, di trattenimento delle immagini, della dignità, delle parole e dei gesti.

La raccolta di questa specie di found footage di vite è un insieme di specchi frammentati e sospesi che lottano insieme per ricostruire questa comunità, vicina eppure invisibile. Questo luogo simbolico e cruciale delle nostre periferie, ora destinato a dissolversi nel nulla, di volta in volta è stato il capro espiratorio delle nostre mancanze, o carne pronta per il macello delle campagne elettorali, per inutili e dannosi interventi “di emergenza”. Eppure, nel passare delle stagioni, ai nostri occhi il PlaÈ›  si faceva sempre più metafora dell’esistenza stessa, della sua caducità e della sua bellezza.

Regia
Gianluca e Massimiliano De Serio
Soggetto
Gianluca e Massimiliano De Serio
Sceneggiatura
Gianluca e Massimiliano De Serio
Fotografia
Gianluca e Massimiliano De Serio
Montaggio
Musica originale
Minus & Plus
Operatore
Gianluca e Massimiliano De Serio, Andrea Grasselli, Guido Nicolas Zingari
Aiuto regia
Guido Nicolas Zingari
Segretario di edizione
Altri credits
Mirko Guerra (Montaggio del suono). Minus & Plus (Mix)
Direttore di produzione
Antonietta Bruni
Produzione esecutiva
Alessandro Borrelli
Produzione
La Sarraz Pictures srl (Torino) con RAI Cinema
Film di interesse culturale realizzato con il contributo della Direzione Generale per il Cinema – Mibact. Con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - produzione dicembre 2014).
Assistente al montaggio
Assistente alla regia
Assistente di produzione
Giulia Palladini, Silvia Zappalà
Premi e festival

In concordo nella sezione "Documentari" ai David di Donatello 2015-2016

Contatti
Antonietta Bruni (La Sarraz Pictures)