Luca Morino, musicista e cantante dei Mau Mau, trova una mattina uno scatolone davanti alla porta del suo negozio di articoli musicali. Dentro lo scatolone vi è del materiale su Gipo Farassino: vinili, foto, libri e articoli di giornale. Ma non solo, anche oggetti intimi e personali. Intuisce che lo scatolone non è finito davanti al suo negozio per caso, qualcuno (chi?) glielo ha recapitato e allo stesso tempo lo sta invitando a compiere un viaggio alla “ricerca” dello chansonnier. Inizialmente titubante Luca decide di seguire le tracce presenti all’interno del misterioso pacco. Incontrerà quindi personaggi legati al mondo farassiniano e luoghi di una Torino nascosta e sconosciuta ai più.  Spesso catapultato in situazioni oniriche e surreali.

Gipo, lo zingaro di Barriera non è solo il tentativo di riscoprire la figura di Farassino, autoctono Johnny Cash sabaudo, artista sottovalutato e spesso etichettato con facili stereotipi (il cantastorie dialettale, coofondatore del partito della Lega Nord etc), ma anche un viaggio al centro della natura più profonda di un uomo. Viaggio che confluisce costantemente nel quartiere periferico e popolare della Barriera di Milano a Torino in cui Gipo nacque nel 1934. Periferia circoscritta geograficamente ma emotivamente universale e illimitata. Indelebile luogo dell’anima.

Soggetto
Federico Voria
Musica originale
Gipo Farassino, Luca Morino, Mau Mau, Africa Unite, Perturbazione, El Tres, Wah Companion, Johnson Righeira, Claudio Chiara, Andrea Gattico, Matteo Ganci
Suono
Mirko Guerra. Vito Martinelli (Sound designer) con Zero dB.
Altri credits
Archivio Nazionale Cinema d'Impresa (Immagini di archivio).
Interpreti
Luca Morino, Carlo Ellena, Giovanni Tesio, Gian Mesturino, Massimo Scaglione, Valentina Farassino, Gabriella Daghero, Umberto Bossi. Con la partecipazione di Gli El Tres, Gianluca “Cato” Senatore, i Perturbazione, Ferdinando Masi, Mario Congiu, Daniele Lucca, Vito Miccolis, Johnson Righeira, Matteo Ganci, Adriano Onofrio Barbieri, Claudio Chiara, Angelo Marello, Eugenio Allegri, Andrea Gattico.
Direttore di produzione
Fabio Valente
Produzione esecutiva
Produttore
Valentina Farassino, Alessandro Castelletto
Produzione
Endeniu (Torino), Fondazione Caterina Farassino
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo giugno 2013 / produzione dicembre 2014); Fondazione CRT, Crowfunding con piattaforma Innamorati della Cultura.
Assistente alla regia
Marta Zoe Cagliero, Giordano Levrini (Stagista)
Voce narrante
Luca Morino
Premi e festival

34° Torino Film Festival (sezione Festa Mobile)

Contatti
Alessandro Castelletto