Il documentario racconta la vicenda umana di Rina e di Rosa, due donne anziane che vivono la loro ultima fase della loro esistenza che è la vita alla fine della vita. La vecchiaia. Il mondo dei vecchi, come dice Norberto Bobbio, di tutti i vecchi, è, in un modo più o meno intenso, il mondo della memoria. Noi siamo  quello che abbiamo pensato, amato, compiuto. Ma, soprattutto, noi siamo quello che ricordiamo. Che ci sia permesso, allora, di vivere sino a che i ricordi non ci abbandonano e che noi possiamo, a nostra volta, abbandonarci a loro.

La storia di questo documentario parte dalle “bambole”. Oggetti, cose, giocattoli più o meno vecchi, più o meno curati, spettinati o nudi, di pezza o di plastica. Bambole che si vedono, a volte, nei tinelli o nelle camere delle signore anziane. Bambole che ti guardano e ti scrutano. Bambole che sentono, in silenzio, la tua presenza.
Sono le bambole a rappresentare simbolicamente, con la loro presenza così immobile e scrutatrice, il senso profondo e surreale della “Vecchiaia”: peculiare condizione di spazio/confine, sociale ed esistenziale; passaggio della vita in un tempo che si fa “durata”.
E bambole sono le protagoniste di questa storia. Donne che con il loro sguardo profondo, distaccato, ironico, a tratti imperscrutabile, sembrano volerci dire che anche loro sono state giovani. Donne che ci introducono nella condizione della “vecchiaia”, l’ultimo viaggio di ognuno di noi. Un viaggio spaventoso perché, come una malattia grave, la vecchiaia evoca in noi, nella nostra cultura, nella nostra mentalità, l’idea ineluttabile della morte.
Un viaggio nella “vecchiaia”, quel momento in cui dovremmo, tutti noi, essere più liberi, finalmente, dalla paura.

Regia
Maurizio Orlandi
Soggetto
Maurizio Orlandi
Sceneggiatura
Maurizio Orlandi, Monika Crha
Fotografia
Francesco Napoli
Montaggio
Musica originale
Martino Scovrachicchi
Operatore
Emanuele Chiabert, Francesco Dragone, Dario Orlandi e Martino Pellion di Persano
Altri credits
Emma Irene Orlandi (Fotografa di scena) Superottimisti - Archivio regionale di film di famiglia (immagini d'archivio)
Interpreti
Rosa Daneluzzi e Rina Orlandi
Direttore di produzione
Paolo Matarrese
Organizzatore generale
Produzione esecutiva
Paolo Matarrese
Produttore
Paolo Matarrese
Produzione
MAD DOGS Film Studio (Torino) / Laboratorio Novecento Associazione Culturale
con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo dicembre 2013 e produzione luglio 2015), Fondazione CRT, Consorzio Interregionale Assistenza Sanitaria (CISA) e Cooperativa "Il Margine"
Assistente al montaggio
Dario Orlandi
Contatti
Mad Dogs Studio (Dario Orlandi)