IN SVILUPPO / IN DEVELOPMENT
Release: 2018


Sono passati venti anni da Tangentopoli, il più noto scandalo politico italiano della fine del ventesimo secolo che rivelò il sistema su cui il potere economico e il potere politico italiani avevano costruito la loro stessa esistenza per anni: un territorio oscuro basato su tangenti, scambi di favore e intrighi tra politici, uomini d’affari e crimine organizzato.
A venti anni di distanza cosa si può dire sia stata veramente Tangentopoli? È stato un fenomeno che ha innescato cambiamenti epocali che hanno influito concretamente sul modo di governare l’Italia? E in meglio o in peggio? Oppure è stata semplicemente un fuoco di paglia servito a rimescolare le carte, a far sembrare che tutto cambiasse perché nulla cambiasse? Oppure ancora, uno di quei rari momenti nella storia di un paese in cui è possibile vedere chiaramente la sua vera natura: non come si dichiara che il paese funzioni ma come il paese realmente funziona?

È da tempo che ho in mente di realizzare un film sugli eventi politici e sociali che hanno avuto luogo in Italia dal febbraio del 1992 fino alla metà degli anni ’90 a seguito dell’inchiesta giudiziaria Mani Pulite che portò allo scoppio dello scandalo noto come Tangentopoli. Perché, a mio avviso, sono stati anni in cui si sono presentati nella loro vera essenza, senza filtri, il terreno sul quale poggiano le basi il mondo politico ed il mondo imprenditoriale italiani, così come i comuni meccanismi di scontro politico in Italia.

Regia
Gerardo Panichi
Soggetto
Gerardo Panichi
Sceneggiatura
Gerardo Panichi
Fotografia
Giancarlo Leggeri
Montaggio
Christian Lombardi
Musica originale
TBD
Suono
Mirko Guerra, Federico Tummolo
Direttore di produzione
Antonietta Bruni
Organizzatore generale
Antonietta Bruni
Produzione esecutiva
Alessandro Borrelli, Carlo Shalom Hintermann, Antonietta Bruni
Produttore
Alessandro Borrelli, Carlo Shalom Hintermann
Produzione
con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo giugno 2012)
Contatti
Antonietta Bruni (La Sarraz Pictures)