-Andiamocene!
-Non si può!
-Perché?
-Perché aspettiamo!
-Già è vero!
(cit.Waiting for Godot, S. Beckett)
Ottobre 2010. La Fiat Grandi Motori , stabilimento storico torinese, sta per essere demolito per lasciare spazio ad un centro commerciale. Al suo interno una coppia di senza tetto rumeni – moderni eroi beckettiani- ed un silenzioso veterano della fabbrica abbandonata, soprannominato l'amministratore delegato, vivono in un limbo tra disperazione e isterica euforia, tra addii, partenze e subitanei ritorni, violenza repressa e profonda umanità.
La fabbrica in disfacimento diviene palcoscenico della loro personale ed archetipica “tragicomedìa” , il cui ultimo atto si protrarrà fino alla fase finale della demolizione

Le motivazioni principali che ci hanno condotto all'ideazione e realizzazione del documentario LA FABBRICA è PIENA – TRAGICOMEDìA IN OTTO ATTI - sono state da una parte quella di fotografare un momento storico fondamentale dell'evoluzione di Torino-città/fabbrica attraverso la demolizione della Grandi Motori, punta di diamante della produzione Terra, Mare e Cielo Fiat, dall'altra quella di portare a confronto due realtà, care e vicine ai due autori, quella del movimento operaio e quella della realtà migranti entrambe coinvolte nel processo di trasformazione del sistema industriale capitalistico che ha trovato un suo punto d'incontro e scontro all'interno della struttura ormai in decadenza delle vecchie Officine Grandi Motori.

Sceneggiatura
Montaggio
Alessandro Baltera
Suono
Matteo Marini
Altri credits
Interpreti
Mihai, Giko, Andrei
Direttore di produzione
Organizzatore generale
Luiz Antonio Pinho Junior
Produzione esecutiva
BabyDoc Film (Torino)
Produzione
A.Titolo Associazione culturale (Torino)
con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - produzione dicembre 2011)
Premi e festival

Proiezioni:
6 aprile 2013 al Nouveau Cinéma Latina a Parigi
7 aprile 2013 al Cinéma Jacques Tati a Tremblay-en France

Selezionato al Concorso Docucity 2013, Milano.
Selezionato al Visions du Réel 2012 nella sezione "Compétition Internationale Moyens Métrages"
Taiwan International Documentary Festival, Taichung City 2012.
Selezionato tra gli undici progetti documentari inseriti in Espresso Doc da Alessandro Agostinelli, vedi qui.

Filmmaker 2011, Premio Cgil-Spi.
Piemonte Movie 2012, Premio Collino.

Contatti
A.Titolo