Pauline (Charlotte Rampling) torna a Torino - sua città natale - per la prima volta dopo molti anni e riprende contatto con Angela (Maria Grazia Mandruzzato), conosciuta all’estero tempo prima, e che ora dirige un Centro per la maternità. Qui Pauline intraprende una ricerca sulle esperienze e i problemi delle mamme di oggi, a partire da testimonianze, video, fotografie raccolti da Angela.

Tra le mamme che frequentano il Centro c’è Emma (Elena Radonicich), una giovane danzatrice, bella e sfuggente, in crisi profonda: non sa come affrontare le responsabilità cui la maternità la costringe, vede la sua vita a un punto fermo, si sente sola e incapace.

Tra le due donne si sviluppa un rapporto di complicità che in un gioco di rispecchiamento porterà Pauline a fare i conti con il proprio tragico passato e permetterà a Emma di ritrovare un senso di sé anche nella sua nuova identità di madre.

Un giorno ero con mio figlio appena nato quando una donna mi si avvicinò dicendomi con un sorriso: “Che belli i bambini quando sono in braccio agli altri”. Una frase all’apparenza banale che mi fece riflettere sulla conflittualità che può manifestarsi nel rapporto madre-figlio.

Ogni madre conosce quel sentimento in bilico tra l’amore e il rifiuto per il proprio bambino. Una tensione dolorosa da vivere e difficile da confessare, perché va contro il senso comune di quel legame primordiale. Con questo film ho voluto raccontare l’ambivalenza del sentimento materno e la fatica che si fa ancora oggi ad accettarla e affrontarla. Per restituire la complessità di questo sentimento ho voluto integrare la fiction con materiali diversi: filmati d’archivio, animazioni, elementi documentari, con i quali evocare i vari livelli emotivi che questa tensione muove in chi la vive.


Alina Marazzi

Regia
Alina Marazzi
Soggetto
Alina Marazzi, Dario Zonta
Sceneggiatura
Alina Marazzi, Dario Zonta
Fotografia
Mario Masini. Irene Dionisio (Video assist).
Montaggio
Ilaria Fraioli
Scenografia
Petra Barchi
Costumi
Bettina Pontiggia (Costumista); Ilaria Belloste (Sarta)
Musica originale
Dominik Scherrer, Ronin
Suono
Vito Martinelli (Suono in presa diretta), Stefano Grosso, Marzia Cordò e Vito Martinelli (Montaggio del suono), Zero dB (Postproduzione audio, Montaggio e Mix)
Operatore
Walter Magri (Aiuto operatore)
Aiuto regia
Casting
Cristina Proserpio
Altri credits
Simona Ghizzoni (Fotografie originali); Beatrice Pucci (Animazioni). Riccardo Olivero (Rumorista, colonna rumori). Superottimisti - Archivio regionale di film di famiglia (immagini di repertorio) Pablo Cabello (Parrucchiere). Ortensia Braga (Segretaria di produzione).
Interpreti
Charlotte Rampling (Pauline), Elena Radonicich (Emma), Valerio Binasco (Valerio), Maria Grazia Mandruzzato (Angela).
Direttore di produzione
Raffaella Cassano
Ispettore di produzione
Mario Lanti
Organizzatore generale
Mauro Calevi
Produzione esecutiva
Gianfilippo Pedote
Produttore
Gianfilippo Pedote e Francesco Virga (Italia); Elda Guidinetti, Andres Pfaeffli (Svizzera).
Co-produttore
Ventura film (CH)
Produzione
Mir Cinematografica (Milano)
con il contributo di MiBAC Direzione Generale Cinema, Eurimages, Repubblica e Cantone Ticino, Filmplus della Svizzera Italiana, con il sostegno di Rai Cinema e RSI (Radio Televisione Svizzera Italiana), in associazione con FIP Film Investimenti Piemonte, Intesa Sanpaolo e Contrasto, con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte
Distribuzione
BIM distribuzione
Collaborazione alla sceneggiatura
Daniela Persico
Assistente alla regia
Elide Albertinotti (Primo assistente alla regia)
Premi e festival

uscita nelle sale: giovedì 11 aprile

Contatti
Gianfilippo Pedote