Il documentario è una storia di uomini e di stambecchi che incomincia sul pianoro del Nomenon, alla base della parete nord della Grivola, il cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Il Parco forma con il confinante Parco francese della Vanoise, una delle aree protette più grandi e belle d'Europa. Eppure gli stambecchi non hanno sempre avuto vita facile su queste montagne: all'inizio dell'800 erano pressoché scomparsi ovunque sulle Alpi. Solo un centinaio di esemplari erano sopravvissuti alle fucilate proprio intorno alla Grivola. Da allora decenni di protezione hanno allontanato le minacce più incombenti come la caccia, il bracconaggio, l'espansione edilizia e l'invadenza dell'uomo. Gli animali hanno perso un po' la loro diffidenza nei nostri confronti, tanto che oggi è facile osservarli impegnati nelle loro attività quotidiane, ricavandone una sensazione di intimità rara, unica, speciale. Quello del Parco del Gran Paradiso è ancora un mondo selvaggio, magnifico, eppure facilmente godibile, a due passi dalla nostra civiltà tecnologicamente avanzata.

Regia
Paolo Volponi
Soggetto
Paolo Volponi
Sceneggiatura
Paolo Volponi
Fotografia
Paolo Volponi
Montaggio
Musica originale
Dariusz Zebrowski
Suono
Giulio Milone
Interpreti
Luigino Jocollè (caposervizio della sede di valle della Valsavarenche del PNGP), Bruno Bassano (resp. servizio sanitario e della ricerca scientifica del PNGP), Agostino Ferrazza, Achaz Von Ardenberg, Valerio Bertoglio, Lucas Keller, Marco Giacometti, G.Tosi, Matteo Martinet, Michael Delorme, Alex Garnier, L. Rossi, Maurizio Ramanzin, Gunther Grassmann
Produzione
Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso (Torino) (sviluppo aprile 2009). SGI Società Generale dell'Immagine (Torino) (produzione maggio 2011).
con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e della Regione Piemonte (Piemonte Doc Film Fund - Fondo regionale per il documentario - sviluppo aprile 2009 - produzione maggio 2011)
Contatti
SGI (Federica Mariani)